Now Reading
Il Museo della Vodka recupera gli spazi di una fabbrica di vodka

Il Museo della Vodka recupera gli spazi di una fabbrica di vodka

Il Museo della Vodka Polacca si trova in Plac Konesera 1, nei locali dell’ex fabbrica di Vodka di Varsavia “Koneser”, in un edificio del XIX secolo. Qui, proprio alla fine del XIX secolo, venne fondata una delle fabbriche di vodka più famose della Polonia, furono sviluppate nuove ricette e si iniziò la produzione di distillati. La galleria si svuluppa su cinque gallerie tematiche, allestite con installazioni moderne e multimediali che si fondono perfettamente con gli interni storici. E una sala cinema, dove inizia il viaggio di circa un’ora attraverso i secoli di storia del prodotto.

Andrzej Szumowski, presidente del consiglio d’amministrazione della Fondazione Polska Wódka, sottolinea: “Polska Wódka è indissolubilmente legata alla nostra cultura e ai nostri costumi. Come il Cognac francese o lo Scotch Whisky, la nostra Wódka è stata inserita nell’elenco delle Indicazioni Geografiche Protette e da molti anni è uno dei nostri prodotti di esportazione più importanti, apprezzata per il suo gusto e la sua qualità in tutto il mondo. Vogliamo che il Museo della Vodka Polacca funga da mezzo di informazione e conoscenza della sua storia secolare, della nostra tradizione e del metodo di produzione. Durante i laboratori didattici mostreremo, tra gli altri: quali differenze possono esistere nei sapori e negli aromi delle vodka polacche prodotte con diversi tipi tradizionali di cereali e patate.”

L’edificio storico ospita anche il Vodka Academy Bar, luogo di degustazioni e laboratori didattici dedicati ai principi del servizio della Vodka polacca e del suo abbinamento ai piatti. Al terzo e quarto piano merita una visita l’elegante bar “¾”, dove potrete degustare cocktail unici, ovviamente a base di Vodka polacca. Traviamo poi il Bistro WuWu, aperto 24 ore su 24, e il ristorante ZONI, dove gli ospiti possono sedersi ai tavoli situati sopra le enormi fornaci storiche di un’ex fabbrica di vodka. Per dessert, infine, si può visitare E. Wedel Chocolate Pump Room, situata proprio accanto all’atrio del Museo.

I lavori al Museo della Vodka Polacca sono durati quattro anni. Il progetto di ristrutturazione dello studio di interior design di Nizio Design International è stato presentato e selezionato nel 2014. Mentre nella primavera del 2017 è iniziata la progettazione degli interni e l’allestimento della mostra. Il progetto ha ricevuto un finanziamento di 2,5 milioni di PLN dall’Unione Europea.

Il Museo della Vodka Polacca è un progetto unico e una sfida interessante per un architetto, il cui obiettivo è dare nuova vita alle mura industriali di un’ex fabbrica. Varcata la soglia dello spazio espositivo, il visitatore si immerge in un mondo fatto di storia, sapori, colori e consistenze indissolubilmente legati alla produzione e alla storia del distillato più universalmente apprezzato. Il mio compito e quello del team di Nizio Design International è stato quello di creare uno spazio espositivo in un edificio storico rimodernato, in cui installazioni appositamente progettate, stand multimediali e interattivi consentissero agli ospiti di assaporare lo spirito di questo luogo con tutti i sensi.– afferma Mirosław Nizio, titolare dello studio Nizio Design International, responsabile del progetto e della realizzazione della mostra permanente del Museo Polacco della Vodka.

L’ammodernamento dell’intero complesso Centrum Praskie Koneser, il cui cuore è proprio il Museo della Vodka Polacca, è un progetto congiunto del Gruppo Liebrecht & wooD e BBI Development.

Vedi anche
Anna G di Alessandro Mendini per Alessi, 1994, produzione in marmo Sa.Ge.Van., 2014. White Carrara - Design is back, Carrara, 2024. Ph. Giuseppe D'Aleo

Grazie ad un pionieristico progetto di rivitalizzazione, il Centrum Praskie Koneser ha riacquistato il suo antico splendore. L’area dell’ex fabbrica di vodka, così fortemente inserita nell’autentica atmosfera della Vecchia Praga (un quartiere di Varsavia), è una delle zone più originali della capitale. – afferma Marc Lebbe, amministratore delegato del gruppo Liebrecht & wood.


©habemus_design2023 / Magazine. All Rights Reserved.